topblock.png

Statuto dell'associazione

Stampa
PDF

ART. 4 - L'ammissione dei soci di ogni categoria è di competenza esclusiva del Consiglio Direttivo.

ART. 5 - La qualità di socio si perde per volontaria dimissione o per esclusione; questa avviene per deliberazione del Consiglio Direttivo, per gravi motivi di natura morale o per altre gravi cause di contrasto con le finalità dell'associazione, obiettivamente accertate dal Consiglio stesso.

ART. 6 - E' richiesta ai soci una quota annua il cui ammontare viene determinato dal Consiglio Direttivo.

ART. 7 - Gli organi dell'associazione sono:

- Il Presidente, il Vicepresidente, il Consiglio Direttivo, l'Assemblea ed il Collegio dei Revisori dei Conti.

ART. 8 - Il Presidente è eletto ogni tre anni direttamente dall'Assemblea a scrutinio segreto, contemporaneamente all'elezione del Consiglio Direttivo.

Il Presidente rappresenta a tutti gli effetti legali l'Associazione; egli presiede le riunioni del Consiglio Direttivo e dell'Assemblea Generale.

In caso di sua assenza o impedimento, sarà sostituito dal Vice Presidente.

ART. 9 - Il Consiglio Direttivo è l'organo esecutivo dell'Associazione; ne promuove l'attività ordinaria in conformità alle decisioni dell'Assemblea, deliberando a maggioranza semplice; forma e modifica il regolamento dell'Associazione.

ART. 10 - Il Consiglio Direttivo si compone del Presidente e di 6  (sei) membri: questi ultimi sono eletti dall'Assemblea generale sulla base di candidature individuali o di lista depositata almeno tre giorni prima della data stabilita per le elezioni presso il domicilio del Segretario. Fanno parte del Consiglio Direttivo i rappresentanti delle sezioni esterne di cui all'art. 18.

Risultano eletti i primi sei candidati che ricevono il maggior numero di voti, indipendentemente dalla lista nella quale eventualmente sono inseriti.

Il Consiglio Direttivo, su proposta del Presidente, elegge nel suo seno il VicePresidente, il Segretario e il Tesoriere che formano il Comitato di presidenza.

Il Consiglio avrà la facoltà di nominare per cooptazione non più di due altri membri, che scadranno insieme con gli altri consiglieri.

ART. 11 - I membri del Consiglio Direttivo eletti dall'Assemblea generale durano in carica tre anni; i Consiglieri scaduti sono rieleggibili.

I Consiglieri che non partecipino ad almeno tre sedute consecutive senza giustificato motivo saranno dimissionari dal mandato.

I Consiglieri che venissero a cessare dalla carica nel corso dell'anno potranno essere sostituiti per cooptazione. I membri così nominati scadranno dalla carica insieme col Consiglio.

In caso di dimissioni della maggioranza dei Consiglieri si intenderà dimissionario l'intero Consiglio.



Statistiche

Tot. visite contenuti : 312652