topblock.png

 

FERNANDA PACIELLO

Mi dispiace non poter partecipare attivamente alle rievocazioni del 25 aprile. Allora non ero ancora nata e i ricordi di ciò che mi hanno raccontato nonni, mamma, e papà potrebbero essere superficiali e non corrispondenti al vero.
Oltre tutto sono mancati tutti e non posso nemmeno chiedere. Allora, se accettate dei ricordi di due amici che invece, pur bambini, c’erano, mando in allegato le loro testimonianze, ovviamente nel rispetto della privacy

  1. Il 25 aprile, quanti ricordi! E' uno dei giorni che non ho mai dimenticato. Lo ricordo come fosse ieri: era cominciato bene con entusiasmo, poi era sembrato che dovesse finire in tragedia, e infine tutto si era concluso secondo quanto non avremmo più osato sperare. Facevo la seconda media, ero in collegio a Lanzo dai Salesiani. Tedeschi e repubblichini, da circa un anno, avevano occupato parte del collegio. Per tutto quell'anno, fummo costretti a dividere i locali con loro. Era per noi ragazzi gioco forza per non perdere un anno di scuola. Quasi tutte le notti, c'erano state sparatorie tra partigiani e tedeschi ma per fortuna sempre solo da lontano. Sapendo che dentro c'eravamo anche noi, i partigiani non diedero mai l'assalto al collegio. Il 25 aprile fu anche la nostra personale liberazione. Ma la giornata non fu semplice, caratterizzata dalla sola fuga dei tedeschi. Fu un alternarsi di avvenimenti che avrebbero anche potuto diventare drammatici, che sarebbe troppo lungo poter descrivere qui. Perciò non ho mai dimenticato quel giorno, che ricordo come se fosse ieri e che mi ha indubbiamente segnato.
  2. Anch'io mi ricordo molto bene la grande festa del 25 aprile. Eravamo sfollati a Sommariva Bosco e frequentavo le elementari. In quegli anni ho visto transitare partigiani, repubblichini e tedeschi, essendo il paese luogo di passaggio importante sulla strada per Bra. Mi è rimasta molto impressa la vicenda di due giovani partigiani di cui uno straniero, feriti, arrestati e poi impiccati vicino alla stazione e lasciati alcuni giorni appesi. Questo avvenimento e altri sicuramente non potrò mai dimenticarli.

FERNANDA PACIELLO

 



Statistiche

Tot. visite contenuti : 328610