topblock.png

 

Munno

“IL PAPA’ “


Il “Papà“ era nato nel 17 a Santa Maria Capua Vetere, l’antica Capua definita da Cicerone quasi una “Roma” con il suo anfiteatro pari al Colosseo..
Intelligentissimo e volitivo si era laureato in economia e commercio all’Università di Napoli.
Ufficiale di fanteria era stato fatto prigioniero dai tedeschi in Iugoslavia dopo l’8 settembre1943: non ci parlava mai dei suoi tre campi di prigionia in Germania dove era stato tradotto, ma ci fu una volta in cui....
Eravamo in un famoso bar di Verona con mio figlio Vittorio, di pochi anni che non riuscivamo a far star quieto.
Il nonno allora incominciò a raccontare....e raccontò del suo compagno di prigionia, prof Salvi (che poi anche noi conoscemmo) che era l’unico a ricevere dall’Italia dei pacchi di cibo dai parenti, e che divideva esattamente con lui il 50% di quel poco che riceveva. Ci raccontò ancora di quando, invece, i pacchi li ricevevano altri compagni di sventura e loro due si allontanavano dalla baracca per fare lunghe camminate, ritornando poi quando i pacchi erano già esauriti.
Raccontò poi di quando gli fu affidato l’incarico, a lui quale ufficiale e al suo plotone, di far saltare un ponte in Iugoslavia, e pronti per l’impresa si rese conto che mancava la dinamite è così furono fatti tutti prigionieri.
E di quando fu liberato ricordava la bellezza e la dolcezza delle donne polacche, ma era presente la mamma e non andò oltre.


Angelo

 



Statistiche

Tot. visite contenuti : 328594