topblock.png

20 Novembre 2023, ospite Jacopo Rosatelli

Finalmente un ex allievo felice di aver fatto il Cavour! Nessuna lagnanza, nessuna recriminazione, solo la gioia di essere stato lì. “Ad agosto non vedevo l’ora che arrivasse settembre”, ha raccontato. Chi è questa “rara avis”? E’ Jacopo Rosatelli, classe 1981, laureato in Filosofia, dottore di ricerca in Studi politici all’Università di Torino, insegnante di storia e filosofia al Liceo Giordano Bruno.

Finché non è riuscito ad arrivare al suo primo amore: la politica. Imparata proprio al Cavour, dov’è stato rappresentante di classe e quattro volte rappresentante d’istituto, sempre pronto a mediare con i professori, fortunatamente spalleggiato – e non ostacolato – dalla preside di allora, Ida Bonfante, ben decisa a svecchiare il paludato liceo. La sua professoressa di latino e greco, Emanuela Ainardi, presentandocelo ne ha ricordato la verve politica, la ricerca continua di novità, la voglia di innovazioni. Si è visto benissimo che sapeva rendersi simpatico! Com’è stato anche nella serata con noi, dove ha ripercorso quegli anni contagiandoci con la sua positività.

E’ proprio per quelle prime esperienze politiche maturate nei corridoi del Cavour che oggi è arrivato a un ruolo pubblico importante: assessore nella giunta Lo Russo. Alle Comunali del 2021 il suo partito, Sinistra Ecologista, ha vinto due seggi e a lui, come capolista, è toccato un assessorato. Sperava nell’Istruzione - come sarebbe stato logico, dato il suo curriculum - invece gli sono toccate le politiche sociali, i diritti e le pari opportunità. Un incarico non facile, come abbiamo capito, ma raccontato senza lagnanze né recriminazioni. L’avrà forgiato il Cavour!

MARINA




Statistiche

Tot. visite contenuti : 399894